Otoplastica

Le orecchie a sventola sono una piccola deformazione per importanza ma grande per il suo risentimento psicologico, sono vissute molto molto male sin dall’infanzia e per tutta la vita.

Alcuni risultati di otoplastica

Pre operatorio

Post operatorio

Pre operatorio

Post operatorio

Domande frequenti sulla otoplastica:

  • In cosa consiste l’intervento di otoplastica?

    Nel rimodellare la plicatura della cartilagine nell’avvicinamento delle orecchie troppo aperte alla testa.

  • Dove sono localizzate le cicatrici?

    Le cicatrici sono localizzate nella faccia posteriore dell’orecchio tra quest’ultimo e la testa per cui sono invisibili.

  • Quale tipo di anestesia viene praticata nell’intervento di otoplastica?

    Nell’adulto l’intervento si effettua in anestesia locale associata a sedazioni in day Hospital, nel bambino invece in anestesia generale, l’intervento in quest’ultimo caso va effettuato a partire dai 7-8 anni di età quando il padiglione auricolare ha raggiunto il 75% del suo sviluppo in rapporto definitivo. Nei bambini sarà necessaria una notte di ricovero.

  • Quanto dura l’intervento di otolpastica?

    L’intervento dura 30-40 minuti per orecchio ed in alcuni rari casi se l’altro è normale si può operare solo l’orecchio troppo aperto.

  • E’ necessaria una fasciatura dopo l’intervento di otoplastica?

    Si, sarà necessaria una fasciatura simile ad una fascia paraorecchie che verrà tenuta per una settimana dopo l’intervento, quindi tolta la fasciatura bisognerà per circa un mese applicare solo la notte una fascia da tennista. Di giorno invece il paziente potrà coprire le orecchie con i capelli dato che potrà manifestarsi edema e gonfiore per un’altra settimana dopo l’asportazione della fasciatura. I punti nascosti dietro le orecchie si toglieranno fra la 7° e la 12° giornata.

  • Quanto tempo dopo l’otoplastica si possono rindossare gli occhiali?

    Da subito nei primi 7 giorni sopra le medicazioni e dopo direttamente sulle orecchie visto che le suture sono nella parte posteriore: Bisognerà invece fare attenzione nel 1° mese di evitare traumi e soprattutto di non farsi “tirare le orecchie”.