Lipoaspirazione o liposcultura

Non bisogna pensare che sia più facile fare un intervento chirurgico che allargare i pantaloni.

Alcuni risultati di lipoaspirazione o liposcultura

Pre operatorio

Post operatorio

Pre operatorio

Post operatorio

Pre operatorio

Post operatorio

Maniglie dell'amore

Pre operatorio

Post operatorio

Domande frequenti sulla lipoaspirazione o liposcultura:

  • Che cosa è la lipoaspirazione o liposcultura?

    E’ una metodica chirurgica che ha lo scopo di eliminare i depositi di grasso localizzati in vari distretti corporei e che non recedano con la dieta ma non è una tecnica per dimagrire. Classico è il caso di quelle donne che si sottopongono a diete ferree per cui il viso si scava, il seno scende, le costole addirittura traspaiono ma la loro coulotte di cheval rimane sempre li bella florida. Anzi se si ringrassano o prendono qualche chilo la maggior parte del peso va proprio localizzarsi per prima sulla coulotte.

  • La lipoaspirazione può essere eseguita anche sull’uomo?

    Si certo con lo stesso principio ad esempio per trattare le antiestetiche maniglie dell’amore.

  • Il grasso che viene aspirato ed asportato durante una lipoaspirazione si riforma?

    No, per il principio delle teorie adipocitarie infatti il volume del grasso aumenta per l’aumento numerico delle cellule del grasso (adipociti) fino alla pubertà, dopo questo periodo il numero delle cellule del grasso rimane uguale ed il volume del grasso corporeo aumenta per incremento del volume delle cellule che diventano sempre più grandi. Quindi eliminando un certo quantitativo non si riformeranno.

  • E se si ringrassa dopo una lipoaspirazione o liposcultura?

    In questo caso il grasso si ridistribuisce a livello del corpo in modo più omogeneo ed armonico, il che vuol dire che se prima dell’intervento si ingrassava per l’80% su fianchi e cosce ed il 20% sugli altri distretti corporei dopo l’intervento la ridistribuzione del grasso oltre essere minore sarà più omogenea e sarà del 50% magari sulle cosce e del 50% sugli altri distretti evitando così sproporzioni tra una vita ed un busto esili e fianchi, cosce, gambe troppo floridi e sproporzionate.

  • Dopo la lipoaspirazione ci sarà una riduzione di volume dei cuscinetti e cosa succederà alla pelle che ci sta sopra?

    La cute ed i tessuti superficiali tenderanno a ritrarsi seguendo l’andamento di quelli profondi sottostanti cioè del cuscinetto che è stato svuotato, il che vuol dire che in una lipoaspirazione ben eseguita la pelle non è cascante ma aderisce alle nuove forme. Pertanto è molto importante per ottenere un buon risultato il grado di elasticità della pelle, che va valutato con attenzione da caso a caso anche per stabilire il grado di correzione.

  • Che tipo di anestesia è necessaria per la lipoaspirazione?

    Il tipo di anestesia necessaria dipende dal quantitativo di grasso da aspirare, dal numero di zone da trattare e potrà essere un’anestesia locale, epidurale o generale. Tale scelta verrà suggerita dal chirurgo sulla base delle problematiche della paziente. In linea di massima se si tratta solo di un paio di localizzazioni si può intervenire in locale, se di più si valuterà per l’epidurale o per la generale.

  • Come si svolge l’intervento di lipoaspirazione o liposcultura?

    Prima dell’intervento vengono, a paziente in piedi, disegnati i cuscinetti. Una volta sul letto operatorio attraverso delle piccole incisioni di alcuni millimetri (abitualmente 2 per zona) si inserisce una cannula aspirante che viene guidata dal chirurgo in diverse direzioni con movimento a raggiera incrociata e su più piani. Il grasso aspirato viene raccolto in un contenitore graduato che ci da la quantità di grasso aspirato in base a quanto previsto ed in rapporto all’elasticità della cute soprastante. La quantità di grasso aspirata è anche importante per comparare che il grado di correzione sui due lati sia simile anche se spesso fra un lato e l’altro prima dell’intervento ci può essere una asimmetria per cui bisogna aspirare più da un lato che dall’altro. Finito l’intervento i piccoli forellini usati per l’introduzione della cannula vengono suturati con 1 punto.

  • Cosa succede dopo l’intervento di lipoaspirazione o liposcultura?

    Dopo l’intervento alla paziente viene fatto indossare una guaina compressiva che aiuta i tessuti ad aderire alla nuova forma ed a modellare la nuova silouhette, oltre che ridurre i gonfiori ed eventuali lividi. Questa guaina contenitiva dovrà essere indossata per la prima settimana notte e giorno, poi 12 ore al giorno per 2 o 3 settimane. Lividi e gonfiori scompaiono dopo 7-10 giorni. Sarà utile bere molta acqua durante la convalescenza e mangiare normalmente magari privilegiando le proteine (solo per i primi 15 giorni). Per quanto riguarda l’attività fisica ad esempio fare lunghe camminate può essere ripresa anche un paio di giorni dopo l’intervento agevolando così la scomparsa di gonfiore ed edema merito della pompa plantare che attiviamo camminando. Inoltre è importante monitorare in casi di esportazioni importanti l’alimentazione, i liquidi e le funzioni dell’organismo.

  • Esiste una età più indicata per sottoporsi ad una lipoaspirazione?

    No, sarà il buon senso e l’attento esame del chirurgo a stabilirla. In ogni caso non prima dei 18 anni ma anche non troppo avanti negli anni quando tono ed elasticità potrebbero essere ridotti determinando un risultato sgradevole. Sarà pertanto il chirurgo in base a questi parametri che deciderà caso per caso anche in rapporto alle aspettative della paziente.

  • Dopo quanto tempo dalla lipoaspirazione ci si può esporre al sole liberamente?

    Non prima di 2-3 mesi.